REGOLAMENTO

REGOLAMENTO DI EROGAZIONE FONDI DERIVANTI DALLA MANIFESTAZIONE

ART.1 – OGGETTO 

Il presente regolamento disciplina le modalità e i criteri attraverso i quali l’Asd Run&Fun Belluno (di seguito l’Associazione) persegue gli scopi statutari e gestisce i fondi derivanti dalla manifestazione BELLUNO SCHOOL RUN (in seguito denominata BSR), al fine di assicurare la massima trasparenza alla propria attività, l’efficienza nell’utilizzo delle risorse e l’efficacia degli interventi. L’Associazione incarica un Comitato Organizzatore (in seguito denominato  Comitato BSR) di gestire la manifestazione e i fondi da essa derivanti.

ART.2 – AMBITO DI ATTIVITA’, PRINCIPI E CRITERI GENERALI 

La BSR si prefigge di portare i bambini e le famiglie a passeggiare, camminare e correre creando una macchia di colore e allegria per le vie del centro di Belluno. Risponde così a quanto previsto all’art. 2 dello statuto dell’Associazione. 

La manifestazione, in genere, prevederà una quota di iscrizione che unitamente alla raccolta di contributi da parte di privati e sottratte le spese vive di organizzazione andranno a formare un plafond. Da questo fondo verranno elargiti i contributi ai progetti presentati dai Comitati Genitori, dalle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado e agli istituti privati parificati con sede nel Comune di Belluno e aderenti all’iniziativa. 

I contributi verranno suddivisi in base al numero di partecipanti, con i principi riassunti nel bando.

Il Comitato BSR renderà nota l’assegnazione dei contributi pubblicandoli nel sito internet entro il 15 febbraio di ogni anno scolastico. Contestualmente all’assegnazione dei contributi ai singoli plessi delle scuole il Comitato BSR pubblicherà il nuovo bando per la presentazione dei progetti.

I plessi, tramite la segreteria dell’I.C. di appartenenza o i propri Comitati Genitori, in forma singola o associata, potranno beneficiare dei contributi presentando una richiesta, con le modalità riassunte nel bando annuale di riferimento, per la realizzazione di progetti conformi al proprio progetto formativo e/o all’acquisto di strumenti o materiali finalizzati a migliorare l’attività didattica ed educativa. I progetti realizzati in via diretta dagli I.C. dovranno essere inseriti nei rispettivi PTOF.

I contributi erogati dall’Associazione agli enti partecipanti alla manifestazione non possono costituire forme di supplenza o di sostituzione dei medesimi nella attuazione delle loro funzioni istituzionali né consistere in mero trasferimento di fondi senza indicazione di specifiche finalità. 

Salvo motivate eccezioni, i contributi erogati dall’Associazione non possono essere destinati a coprire le spese per la gestione ordinaria dei soggetti finanziati.

I soggetti beneficiari dei contributi devono possedere la capacità, anche finanziaria, di realizzare e gestire l’iniziativa o il progetto per il quale è richiesto il contributo, e perseguirne con efficacia ed efficienza gli obiettivi dichiarati. Con la concessione di contributi l’Associazione non può assumersi, neanche temporaneamente, l’onere del funzionamento del soggetto sovvenzionato.

I progetti non verranno valutati in quanto la somma da destinare ad ogni plesso verrà determinata, annualmente, sulla base di quanto stabilito al successivo art. 5 e fino ad esaurimento fondo. 

ART. 3 – FINANZIAMENTI TRAMITE BANDI

3.1 Il finanziamento di progetti degli Istituti scolastici aderenti, di cui al precedente art. 2, viene attuato in modo privilegiato mediante bandi predisposti dal Comitato BSR e pubblicati sul sito web di BSR nonché resi conoscibili mediante adeguate azioni informative.

3.2 I bandi devono contenere e specificare:

  1. le finalità e i settori in cui devono essere realizzati i progetti e le iniziative per i quali è richiesto il contributo ed eventuali esclusioni;
  2. l’elenco degli Istituti Scolastici aderenti e quindi destinatari dei contributi;
  3. plafond e le modalità di suddivisione del fondo;
  4. l’entità dello stanziamento destinato alle erogazioni, suddiviso per singolo plesso;
  5. le condizioni di accesso, la modalità per la presentazione delle domande e la relativa modalità di trasmissione;
  6. le tempistiche di realizzazione dei progetti;
  7. le modalità di redistribuzione delle eventuali economie;
  8. le modalità di consuntivazione da parte delle scuole;
  9. il trattamento dei dati personali.

ART. 4 ‐ ESAME DELLE RICHIESTE DI CONTRIBUTO TRAMITE BANDO

Le domande pervenute sono preliminarmente esaminate dal Comitato BSR per accertare la sussistenza dei requisiti soggettivi, la loro regolarità formale e la loro rispondenza agli altri requisiti richiesti per l’erogazione di contributi. Possono essere chiesti chiarimenti o integrazioni finalizzati al perfezionamento della domanda.

ART. 5- MODALITA’ DI DISTRIBUZIONE DEL CONTRIBUTO AI PLESSI

L’importo totale dei ricavi della BSR verrà ripartito ogni anno per ogni plesso partecipante in base a quanto espressamente indicato nel bando.

ART. 6 – MODALITÀ DI EROGAZIONE

L’erogazione del contributo verrà garantito, normalmente entro 30 giorni dalla data di presentazione della domanda.

L’erogazione del contributo è effettuata mediante bonifico bancario intestato al richiedente/beneficiario, dietro presentazione:

a) della domanda sottoscritta dal legale rappresentante dell’Istituto o del Comitato Genitori, in accordo con il referente del plesso;

b)  di una scheda descrittiva del progetto corredata da un preventivo di spesa o una dichiarazione sulla spesa che verrà sostenuta. 

Nel caso di progetti complessi o per comprovate necessità, l’erogazione può avvenire accorpando le spettanze di diversi plessi o annualità. 

Nel caso di più progetti a copertura del totale della somma erogabile, potrà essere presentata un’unica domanda che li comprenda tutti o più domande entro il termine di elargizione del contributo, fino ad un massimo di tre domande.

I progetti e le iniziative finanziate devono essere realizzate entro l’anno scolastico successivo alla pubblicazione del bando, salvo diverso termine indicato nel bando medesimo.

Su preventiva e motivata richiesta del soggetto beneficiario, il Comitato BSR può concedere una o più proroghe del termine come sopra assegnato o il differimento della somma prevista nell’anno in corso per le annualità successive.

In caso di attuazione parziale del progetto inizialmente presentato, con sostenimento di una minore spesa, la rimanente quota del contributo può essere utilizzata per altre finalità con identico scopo previa comunicazione formale al Comitato BSR. 

I contributi non possono essere erogati nei casi esclusi dal bando.

I contributi non richiesti o non interamente spesi potranno essere ridistribuiti con le seguenti modalità su decisione del Comitato BSR: 

  1. riportati nell’annualità successiva facente riferimento allo stesso plesso
  2. ridistribuiti in forma uguale a tutti i plessi nell’annualità successiva
  3. erogati ad altra associazione senza scopo di lucro indicata dal Comitato BSR

Il contributo concesso per la realizzazione di una determinata iniziativa non può essere destinato ad altra e diversa iniziativa, per la quale il soggetto beneficiario del contributo potrà presentare nuova ed autonoma richiesta, che sarà valutata a norma del presente regolamento.

ART. 6- RENDICONTAZIONE DELLA SPESA SOSTENUTA

Gli Istituti beneficiari del contributo dovranno presentare alla scadenza del progetto una scheda riassuntiva, presentata su modello predisposto in sede di bando, del progetto effettuato, dei risultati raggiunti, allegando adeguata documentazione e l’attestazione della spesa sostenuta.

ART. 7 – DEROGHE

Il Comitato BSR può, in via eccezionale e straordinaria e con adeguata motivazione, derogare alle norme ed alle procedure stabilite nel presente regolamento, dandone esauriente informativa al Consiglio Direttivo dell’Associazione.

ART. 8 – PUBBLICITÀ

I bandi per contributi a terzi sono resi pubblici mediante:

a) pubblicazione sul sito web dell’Associazione e della BSR e segnalazione sui mezzi di informazione più diffusi sul territorio provinciale;

b) consegna a chiunque ne faccia richiesta;

c) ogni altra modalità stabilita dal Comitato BSR.

ART. 9 – DECORRENZA E NORMA TRANSITORIA

Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla sua approvazione da parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione Run&Fun Belluno.